Sottomarino giallo - R.O.V

Buonasera!
Ci siamo sentiti sulla chat di telegram e
qualcuno mi ha gia brevemente conosciuto la sera della chiusura natalizia.
Vi riassumo brevemente il mio dramma subaqueo : :smile:
Alcuni miei amici si erano cimentanti nella costruzione di un rov, ma quello che doveva preoccuparsi della parte elettronica li ha piantati in asso ed e’ sparito.
Non abbiamo nessun progetto ma solo uno scatolone con i componenti che sono stati acquistati.
Da quello che ho potuto capire ci sono almeno due criticità nel progetto originario,
che prevedeva l’ utilizzo di un modem wireless per pilotare i motori (con conseguente complicazione inutile secondo me ma potrei sbagliarmi) e il fatto che i motori acquistati sono passo passo.
D’ altra parte sto ancora cercando un contatto con il misterioso progettista pazzo per capire (come mi era stato consigliato da Voi) se tali ardite scelte avessero una qualche motivazione plausibile e perchè forse ha ancora qualche componente di Emanuele(il finanziatore del progetto).
Nel frattempo abbiamo redatto un file excel con l’ inventario dei pezzi che abbiamo sottomano.
Supponendo di dover ripartire da zero e per evitare di reinventare la ruota da capo stiamo cercando un progetto libero di rov funzionante che abbia lo schema più simile possibile al nostro per poi adattarlo.
A questo punto nasce la prima domanda:
Con quello che abbiamo a disposizione ‘quanto ci manca’ per
fare funzionare il rov?
Come chiesto da Aljaž i proprietari di quanto fatto finora sono d’ accordo nel rilasciare sotto licenza creative commons il progetto di tutto quanto verra fatto .
Vi terrò informati sui prossimi sviluppi.
Qualsiasi consiglio, suggerimento od offerta di aiuto è graditissimo
A presto e grazie di tutto!!

distinta pezzi R.O.V. - Foglio1.pdf (143,5 KB)

1 Mi Piace

Da quanto visto sulla lista penso che il progetto prevede un micro ATMEGA328 che piota direttamente i motori passo-passo tramite driver da costruire con fotoaccoppiatori,pilotaggio MOS e MOS di potenza. Quindi già qui un bel lavoro! Poi va realizzato o trovato su Web il software idoneo !!!. Gestire 8 motori passo-passo di cui 2 di potenza non è uno scherzo! Forse meglio utilizzare schede già pronte per questo uso.
L’alimentazione a 12V è insufficiente per i motori passo-passo più grandi, inoltre se l’alimentatore si trovasse in remoto (sulla barca) sarebbero necessari cavi enormi per non perdere potenza viceversa andrebbe portato il 220V in mare !!!. Meglio alimentare il tutto a 48-72 V.
Immagino che il controllo remoto avvenga tramite un cavo Ethernet che “dovrebbe” permettere di coprire qualche centinaio di metri. Non ho trovato moduli wireless nella lista, tanto meglio!

1 Mi Piace

Grazie della risposta!
Da quello che ho capito guardando i pezzi l’ idea era di avere La 220v in barca e un alimentatore era previsto all’ interno del rov. Mi faccio mandare una foto dell’ alimentatore che da quanto ho visto era fatto in casa e mancava qualche pezzo mi pare!

Sono andato a controllare l’ alimentatore, e sembrerebbe essere un 36 v…
speriamo sia adeguato!non era fatto in casa ma semplicemente avevano smontato il suo case.


alimentatore2rov|375x500

Grazie e a presto!

Mancava questa foto…

mandi!

Da un bel po’ sto cercando di convincere qualcuno di fare un sottomarino al Mittelab. Quindi mi interessa parechio. Avrei qualche domanda:

C’è uno scopo particolare per la realizzazione del ROV?
Se ben il finanziatore non collabora al progetto. Qual’è il suo desiderio?
Hai qualche scadenza che vorresti rispettare per avere qualcosa di funzionante?

Buongiorno,
Il finanziatore collabora in quanto finanziatore ma non e’ ferrato di elettronica, questo rov dovrebbe servire soltanto per riprese sottomarine inerenti al suo campo di studi.
Come scadenza sarebbe il prima possibile per lui, visto che ha trovato un sito interessante sul quale indagare e i sub gli costano molto cari ma affidandosi a persone che lo fanno per hobby non ci possono essere particolari pretese.
A breve dovremmo riincontrarci e se pensi che sia utile potrei portarlo in sede del mittelab(il finanziatore).
A fine gennaio ho delle scadenze ma da febbraio sarei piu’ tranquillo anche per questo vado un po’ a rilento.
Grazie!

Mi sono sentito con il (ex)finanziatore, che chiameremo per comodità Emanuele, che dice ,seppur volendo mantenere la proprietà del primo prototipo(di cui ha acquistato il materiale), semmai funzionasse di essere ben disposto a lasciare il rov in prestito , quando non impegnato da lui ,agli utenti del mittelab per attività di divulgative e o di ricerca del millelab.

Vi chiedo un consiglio, se volessi fare un schema di massima del progetto, condivisibile e modificabile da tutti, che programma usereste?
potrei anche fare a mano e postare l’ immagine…!

Per la documentazione dei progetti abbiamo la wiki apposta https://wiki.mittelab.org/ . Quindi direi che è il posto più corretto.
Specificatamente per disegnare non saprei cosa consigliarti.

Per un incontro per vedere il materiale e discuterne un po’ per me va benissimo un qualsiasi lunedì o magari nei fine settimana del NonStopHacking.

1 Mi Piace

Grazie della risposta! anche tu vampiro? :slight_smile:
Mi faccio risentire a breve che per un paio di giorni sono impegnato e stressato!
Ma anche nella notte buia e tempestosa un post mette allegria!! snoopy
In questi giorni fra una cosa e l’ altra avevo seguito il consiglio di Aljaž e ho tentato invano di contattare
il progettista che aveva piantato in asso i miei amici per essere sicuri che le sue idee non ci fosse qualcosa da recuperare o qualche spunto utile.
Grazie!

Scusate il ritardo ma come avevo anticipato ho un periodo un po’ particolare… che non finisce qui purtroppo.
Il progettista pazzo non risponde neppune alle cannonate, quindi rinucio a contattarlo.
Per una botta di fortuna :slight_smile: un amico mi ha avvisato dell’ inizio di un corso di arduino (e anche qualcosa di rapberry o simili ) a meno di 5 km di casa mia(ci vado in bici) quindi spero mi possa essere utile e in futuro di porre meno domande stupide.

Vediamo come riesco ad organizzarmi, vorrei passare la prossima settimana a meno di cataclismi, vi scrivo su telegram?

Tu passa quando vuoi. questo fine settimana, la domenica 24, sono presente, altrimenti lunedì o mercoledì. Se vuoi anticipare con un messaggi nel chiacchieratio fai pure ma non serve, dato che abbiamo appuntamento fisso.

Buongiorno,
Stiamo procedendo con il pilotaggio dei motori picccoli,
siamo arrivati a pilotarli fin quasi 900 giri/min usando il monitor seriale di arduino per comunicare la velocità. Escludendo la seriale si puo’ andare oltre perchè la comunicazione con la seriale fa impuntare per un attimo il motore…
Per curiosità ho provato a installare l’ odroid (su cui non v’era installato nulla) con l’ ubuntu ufficiale anche se non e’ tra le priorità del progetto.

Oh, ottimo lavoro!
Si, immagino. Se il controllo dei motori è step/dir è Arduino a dover generare un impulso per ogni passo. Potresti evitare questo problema usando gli interrupt, e generando così degli impulsi a tempo fisso (che quindi “hanno più priorità” rispetto alla seriale.

salve ,
abbiamo momentaneamente accantonato il problema della seriale usando un joystik per pilotare.
L’ ultima modifica e’ stata quella di usare una libreria che dovrebbe permetterci di gestire più motori indipendentemente e gestire automaticamente le accelerazioni. Funziona tutto ma ora dobbiamo riaggiungere il joystik e stiamo preparando il secondo motore.

2 Mi Piace

Aggiornamento,
La libreria che usiamo ha delle caratteristiche interessanti come per sermpio gestire piu’ motori e accelerarli in modo da evitare impuntamenti ma a noi servirebbe come imput la direzione e la velocità e non un numero finito di giri. Vorremmo tentare partendo dalla libreria a farne una modificata per il nostro scopo…
Ora pro nobis… :joy: :rofl: :upside_down_face:

La parte difficile! Mettere dentro tutte le dimensioni e la fisica. Piuttosto che prevedere la velocità e l’accelerazione del sottomarino e controllare quella, non vi conviene controllare effettivamente il numero di giri e poi rilevare invece la velocità? (a meno che non fosse questo che avevate in mente)

Se ho capito bene, potrebbe esservi utile la libreria AccelStepper.

Sappici dire!

infatti pensavamo di fare cosi…
forse non mi ero spiegato bene…